Valle di Scalve

#
Infinite
Mountain

Scalve

Il territorio della Val di Scalve

Il termine Scalve è attribuito alla parola di origine celtica “Skalf” , che richiamava una profonda o stretta fessura nella roccia. Potrebbe quindi fare riferimento alle gole, lentamente erose dal torrente Dezzo, oppure agli scavi delle miniere, presenti in questi luoghi da tempi antichissimi. Oggi la Val di Scalve è un accogliente comprensorio turistico, pronto a riceverti con ospitalità e calore.

COLERE

Il gioiello delle Orobie

Colere è adagiato in una posizione unica alle pendicidella parete nord della Presolana e del Monte Ferrante.Questa caratteristica rende il paese una meta ambita per tutti gli amanti dello sport e della natura. Durante i mesi estivi l’ambiente alpino diventa un’ottima palestra, ombreggiata naturalmente, per arrampicatori e appassionati di trekking.

PERCORSI

La via Mala

La Via Mala era l’antico tracciato che collegava la Valle di Scalve alla Valcamonica, unendo gli abitati di Dezzo e di Angolo Terme. Fu ricavata facendosi letteralmente strada nelle pareti rocciose scavate dal torrente Dezzo.

È oggi percorribile a piedi, dal parcheggio
in località Casa Cantoniera, fino al punto panoramico, che offre scorci spettacolari e fiabeschi.

COLERE

Geologi per un giorno

Il commercio dei metalli in Valle di Scalve ha origini antichissime, tutta la Valle ne era coinvolta, ma in particolare l’abitato di Colere rappresentava il centro per l’estrazione di fluorite. È un minerale che forma cristalli di forma cubica e, se esposto ai raggi ultravioletti, presenta un fenomeno di fluorescenza, che proprio dal minerale prende il nome.

Visita il museo Zanalbert
È un perfetto esempio di riqualificazione industriale di un edificio sorto agli inizi del Novecento e destinato al deposito della fluorite estratta dalle miniere, a circa duemila metri di quota.
Proloco Colere 0346 54051

PERCORSI

La diga del Gleno

Già quarant’anni prima del più conosciuto disastro del Vajont, la Val di Scalve aveva subìto una sorte analoga. La diga del Gleno, lunga 260 metri e riempita per la prima volta il 22 ottobre del 1923, cedette il 1° dicembre successivo, riversando sulla valle 6 milioni di metri cubi di acqua. Nella tragedia persero la vita oltre 400 persone.

Oggi, percorrendo sentieri di diversa lunghezza e difficoltà, è possibile raggiungere la parte del muro di contenimento della diga ancora esistente.

PERCORSI

La miniera Gaffione a Schilpario

Nel complesso conosciuto come “Miniera Gaffione”, si snodano avventure guidate con l’obiettivo di riscoprire e trasmettere alle future generazioni la ricca storia e la cultura mineraria della Valle di Scalve.

Immergiti nell’atmosfera mineraria salendo a bordo di un pittoresco trenino, che ti condurrà in profondità nel cuore della montagna. Successivamente, proseguendo a piedi, accompagnato da guide esperte, ti verranno svelati i segreti di ben 2000 anni di storia mineraria, illustrando i metodi di estrazione del minerale e le condizioni estreme in cui i minatori operavano.

Per informazioni e prenotazioni:
347 816 3286
miniereskimine@gmail.com
www.minieraschilpario.net

PERCORSI

La cascata del Vo’

È tra le principali mete estive della Val di Scalve, nei pressi di Schilpario. In circa mezz’ora si raggiunge una meravigliosa cascata formata dall’omonimo torrente: un salto di 25 metri immerso nel verde dei boschi.

SCHILPARIO

Il Museo Storico Militare Lombardia

In un edificio storico a due piani, ti puoi immergere in un viaggio unico nel passato, esplorando una collezione straordinaria di cimeli autentici che raccontano la storia di uno dei periodi più significativi del XX secolo.

Uniformi originali, veicoli militari e velivoli dell’aeronautica perfettamente restaurati, oltre a documenti storici, fotografie e testimonianze emozionanti di eroi e tragedie: il Museo è un luogo di riflessione e apprendimento, un’esperienza educativa per tutta la famiglia.

Per informazioni e prenotazioni:
335-6262843

info@museostoricomilitare.it

VAL DI SCALVE

Sapori e tradizioni

Tutte le nostre Alpi sono ricche di tradizioni, usi e costumi che risalgono a tempi antichissimi. La Val di Scalve non è da meno: dalla Spalla ai Capù, dai Fecc alle Creste, i sapori si esaltano sulla nostra tavola accompagnati da polenta, selvaggina, funghi e formaggi.

Questi ultimi, in particolare, meritano un capitolo a parte. Il più rinomato è la famosa Formaggella di Scalve, il cui successo viene tributato ogni giorno nella Latteria Sociale di Scalve da tanti appassionati degustatori, che tornano o scoprono per la prima volta il gusto unico di questo prodotto.

Il territorio

La Val di Scalve ti accoglie con la maestosità e la generosità delle Alpi Orobie bergamasche, offrendo magnifici panorami sulle pendici settentrionali della Presolana e sulla catena dell’Adamello.

Nella valle sono presenti quattro comuni, Azzone, Colere, Schilpario e Vilminore.

L’accesso alla valle è garantito da più direzioni, rendendola una meta facilmente raggiungibile da Bergamo, Brescia e Milano.

Gli altri Comuni della Valle di Scalve

Gli impianti sono aperti:

Tutti i sabati e le domeniche di giugno e di luglio

Tutti i giorni ad agosto

I primi due weekend di settembre

ORARIO D'APERTURA 8.00/12.30 - 13.30/17.00

e-remove